Molte persone vorrebbero rivolgersi ad un’agenzia matrimoniale ma vengono frenate dai luoghi comuni che circondano questo tipo di attività. Lo sappiamo bene, per cui abbiamo deciso di fare luce su tutte queste voci di corridoio con una guida: il nostro obiettivo è quello di aiutarti a prendere la tua decisione, dandoti un punto di vista che magari non hai ancora avuto modo di sentire.

Vogliamo soltanto mostrarti quanto siano sciocche alcune obiezioni che vengono rivolte comunemente a chi usufruisce di questo servizio.
Trovare l’anima gemella non è di certo qualcosa di semplice ed immediato: qualcuno ha la fortuna di riuscirci già al liceo, qualcuno non l’ha ancora trovata anche in età avanzata (leggi anche l’articolo “Come trovare uomini o donne che vogliono impegnarsi“).

L’agenzia non è altro che un modo in più per aiutarsi con una ricerca molto complicata, un modo che ha già aiutato milioni di persone a conoscere un partner con cui condividere la vita insieme. Molte coppie felici sono nate dalla decisione di superare le dicerie, per cui proprio in onore di queste coppie ci sentiamo di dover smontare dei pregiudizi infondati.

numero-1-claudia-perla

Le agenzie non sono per persone "timide"

L’idea che un’agenzia matrimoniale sia un modo per far fronte alla propria mancanza di carattere o personalità è semplicemente insensata.
Questa visione vuole dipingere le persone che fanno questa scelta come deboli, non in grado di trovare all’interno di se stesse le giuste qualità per affrontare la ricerca di un partner in autonomia.

Questo lavoro spetta, semmai, a chi ha studiato psicologia e svolge la professione di psicologo; ovviamente lo diciamo con tutto il rispetto sia per le persone timide -ci mancherebbe altro!- ed altrettanto rispetto per chi lavora nel campo della psicologia. Sono questioni che semplicemente non hanno nulla a che fare con il lavoro di un’agenzia matrimoniale.
Un’agenzia si limita semplicemente ad aiutare delle persone nel momento in cui decidono di cercare qualcuno che le possa completare nel quadro di una vita di coppia felice.

Questo significa mettere in contatto persone che vogliono avere una vita di amore autentico, in una società dove l’autenticità di un sentimento è sempre più rara. Chi decide di rivolgersi ad un servizio di questo tipo lo fa per incontrare altre persone che siano realmente desiderose di vivere una relazione seria e duratura; mettersi in gioco a questi livelli denota tutt’altro che timidezza. Semmai, molte persone per timidezza decidono di non rivolgersi ad un’agenzia.

numero-2-claudia-perla

Non è da veri uomini o da vere donne

Questo punto riguarda soprattutto gli uomini, che sentono magari minacciata la loro virilità dall’idea di un aiuto nel trovare la partner ideale. Ci sembra molto simile all’idea che un chiodo vada piantato nel muro a pugni, perché un martello sarebbe uno strumento ausiliare ed un vero uomo non necessita, per l’appunto, di nessun aiuto.

Se hai questa sensazione, non ti preoccupare: deriva soltanto da un istinto di lunga data radicato nel subconscio di noi umani: per centinaia di migliaia di anni abbiamo dovuto lottare per conquistare una partner con i nostri simili ed oggi ci sembra strano che sia possibile ricevere un aiuto.

La cosa che fa un po’ ridere, in ogni caso, è l’ipocrisia di questo pregiudizio. Chi tradisce sua moglie, chi usufruisce della prostituzione o accetta che una sua collega percepisca uno stipendio più basso del suo non viene additato nello stesso modo. Invece un uomo che decide di incontrare donne che si vogliono impegnare nella costruzione di un rapporto di coppia serio, felice e duraturo non sarebbe un uomo? Ci sembra un po’ ridicolo.

numero-3-claudia-perla

Chi si rivolge ad un'agenzia matrimoniale è disperato

La disperazione è tutt’altro che un elemento distintivo di chi si rivolge ad un’agenzia matrimoniale. Viene soltanto confusa con la furbizia: perché rinunciare ad un’opportunità che potenzialmente può farti incontrare una persona con cui essere felice per tutta la vita?

Inoltre moltissime persone ci raccontano di esperienze di questo genere:
Hanno incontrato molte persone, di cui alcune interessanti, ma quelle interessanti non erano intenzionate a costruire una storia seria e viceversa;

Hanno una grande voglia di mettersi in gioco ma non amano uscire la sera o ritrovarsi in quei contesti sociali in cui è più facile conoscere altre persone;

Sono consapevoli di quante coppie oggi nascano da incontri fatti sui social network, ma non sono grandi amanti di questo tipo di siti e quindi sanno di starsi precludendo alcune opportunità;

Hanno già avuto in passato la prova di quanto questa società sia particolarmente legata alle apparenze, per cui vogliono scartare le finzioni filtrandole attraverso un’agenzia anziché credere in una persona che poi si rivela diversa da quella dei primi incontri;
Vogliono incontrare delle persone affini, senza impegnare il loro tempo e i loro sforzi con persone con cui non hanno niente da condividere.

Queste esperienze sono davvero comuni e non c’è nessuna disperazione nel viverle o nell’averle vissute. Dal momento in cui un’agenzia matrimoniale fa fronte a queste problematiche, esattamente nel modo in cui un’agenzia immobiliare aiuta a scegliere o vendere un immobile, si tratta di un mezzo utile a raggiungere un fine nobile e non di un rimedio per la presunta disperazione dei suoi clienti.

numero-4-claudia-perla

L'amore "capita quando capita"

Sicuramente non si può ridurre l’amore ad un qualcosa di controllabile dalle decisioni umane. Senza dubbio, però, sperare di incontrare l’anima gemella senza esporsi e fare in modo di conoscere nuove persone non ha senso.

L’incontro della persona giusta è un evento sicuramente fortuito, almeno in parte, esattamente come vincere alla lotteria. Dall’altra parte sembra scontato che, senza acquistare alcun biglietto per la lotteria, sia impossibile vincere.

L’agenzia matrimoniale non può piegare i sentimenti umani, ma equivale all’acquisto in blocco di un gran numero di biglietti per la lotteria.

numero-5-claudia-perla

Se qualcuno dovesse saperlo?

Le agenzie sono soggette a stringenti normative sulla privacy che impediscono la divulgazione dei dati dei clienti. Con questo non vogliamo dirti che ci impegniamo a difendere il tuo segreto perché te ne dovresti vergognare, anzi, il contrario; ti riportiamo soltanto delle normative vigenti e che noi, in qualità di professionisti del settore, dobbiamo rispettare (leggi anche l’articolo “Come valutare la serietà di un’agenzia matrimoniale“).

Gli unici a sapere di te saranno le altre persone che si sono rivolte a noi, quindi non hai nulla da temere in ogni caso. Si tratta di un sistema molto più discreto di quello degli incontri online, dove invece basta poco per registrarsi e venire a conoscenza dei nomi di tutti gli iscritti.

TROVA L’ANIMA GEMELLA ORA!