Il carisma, dal greco khárisma, è una di quelle qualità alla quale non puoi rinunciare se desideri sedurre la donna che hai di fronte. La provenienza del termine stesso infatti, fa riferimento al significato dono di grazia, che a sua volta rimanda a tutti quegli atteggiamenti che sono lo specchio di una persona carismatica. Specialmente al primo appuntamento, è importante che tu riesca a trasmettere una serie di sensazioni positive, come la sicurezza in te stesso, la gentilezza, la fermezza e l’empatia. Nonostante questi comportamenti vengano spesso dati per scontati, ed alle volte anche sottovalutati, per una donna è molto importante potersi specchiare negli occhi di un uomo che sia convinto di essere il meglio per lei. La persona carismatica però, non è un individuo che si pone su di un piedistallo, che si osanna da solo e che vive di auto compiacimento, al contrario, è un uomo che riesce a differenziarsi dalla massa. La notizia buona è che, qualora non ti definissi esattamente il sinonimo di persona carismatica, ci sono alcuni validi consigli che potresti mettere in pratica per cercare di migliorare questa qualità. 

Ironizza su te stesso

Ti sembra strano che questo sia il primo suggerimento? Non preoccuparti, adesso capirai il perché. La persona carismatica è colei che piace, e sa di piacere, motivo per il quale si sostiene abbia un ottimo livello di seduzione. L’energia che ha dentro di sé riesce a metterla a servizio della conversazione che sta avendo, cercando di portarci all’interno anche la sua interlocutrice. Fino a qui il quadro sembrerebbe perfetto, ma una persona con del carisma, conosce anche i propri pregi ed i propri difetti, ed è in grado di ironizzare su questi ultimi. La sua capacità però, risiede sopratutto nel cercare di renderli la peculiarità del suo essere, e non semplicemente una parte che in realtà preferirebbe non avere. In questo senso quindi, il consiglio che ci sentiamo di darti, è quello di guardarti allo specchio senza filtri. Cercare di fare un’analisi di te stesso e capire quali sono i tuoi pregi ed i tuoi difetti. Al primo appuntamento però, ricordati di non glorificarti solamente per i pregi: anche la persona di fronte a te ha i suoi difetti, e il tuo carisma deve risiedere nel far diventare questi difetti argomento di piacevole conversazione. Per diventare carismatico dunque, non è necessario che ti sforzi di essere una persona che non sei, ma anzi, l’esatto contrario. Porta in palmo di mano tutto quello che compone il tuo essere ed il tuo carattere, in maniera fiera, ma non arrogante.

Attenzione al contatto fisico

Il contatto fisico di cui stiamo parlando in questa sede, è un contatto che può riguardare il tocco delle mani, lo sfioramento del viso, o il contatto visivo. Per quanto quest’ultimo non sia letteralmente fisico, è molto importante e comunicativo, in quanto gli occhi sono lo specchio dell’anima, e di conseguenza, dei nostri sentimenti. In questo contesto, la persona carismatica è quella che sa in che momento allungare la mano sul tavolo e con che sguardo farlo, senza risultare fuori luogo. Potresti pensare che in questo caso non si tratti di carisma, ma ti assicuriamo che un contatto semplice come quello appena descritto, deve essere ben calcolato. Il contatto fisico infatti, accompagna spesso e volentieri una buona conversazione, ed è giusto che tu sappia quando poterti esporre in questi termini.
Se c’è sintonia con la tua interlocutrice, non ti sarà difficile capire in che momento poterle trasmettere un’emozione in più, al contrario, se non sta filando molto liscia, è meglio lasciar perdere. Anche sapere quando evitare, è segno di una persona carismatica.

Sai ascoltare bene?

Potrebbe sembrare strana come domanda, ma per l’argomento che stiamo affrontando, calza a pennello. Innanzitutto devi considerare che le persone che sanno realmente ascoltare, sono poche, quasi rare. La maggior parte delle persone si limita a sentire quello che hai da dire, che è ben diverso dall’ascoltarti. In questo caso, la persona carismatica è in grado di mostrarsi realmente interessata a quello che l’interlocutrice le sta dicendo, mostrandolo con gli occhi, con risposte pronte e con l’atteggiamento fisico. Saper ascoltare, è una vera e propria arte, specie quando ti trovi di fronte ad una persona che non avevi mai visto prima, e che ti rilascia un buon quantitativo di informazioni sulla sua vita. L’atto di ascoltare in sé, non è difficile. Potrebbe essere complesso non saper che espressione mantenere durante l’ascolto, se guardare negli occhi la tua interlocutrice finché non smette di parlare, o se aspettare che finisca di parlare per intervenire. Insomma, sono diversi i pensieri che potresti avere durante l’ascolto, ma in questo caso ti consigliamo di concentrarti bene su quello che stai ascoltando, che è sicuramente l’atteggiamento più carismatico che potresti sfoggiare.
A proposito di questo argomento, potresti trovare interessante anche l’articolo “L’importanza del linguaggio del corpo“.

L’importanza delle domande

Arriviamo infine alla questione relativa alle domande, un classico del primo appuntamento. In questa situazione infatti, è normale che ci si ponga diverse domande a vicenda, perché si è curiosi di conoscersi sotto diversi fronti. Molte volte però, si incappa in momenti di imbarazzo e nervosismo, perché non si capisce se la curiosità che si vorrebbe risolvere è fuori luogo per un primo incontro. In realtà però, non siamo qui per suggerirti quali domande porre alla tua interlocutrice, ma per cercare di migliorare il modo in cui lo fai. Certamente, una domanda insensata, per quanto ben posta, non ti farà ottenere grandi risultati, per cui cerca di non entrare troppo nei dettagli con le curiosità. Il modo migliore per accompagnare una domanda è sicuramente quello di farlo con un sorriso, di modo che lei possa sentirsi a suo agio. In seconda analisi, anche la postura gioca un ruolo importante. Una persona chiusa su se stessa, con le mani in mano, non ti invoglia a portare avanti la conversazione, e sicuramente non dà l’idea di essere carismatica; mentre un uomo eretto su se stesso, propenso verso il tavolo, con la curiosità nel tono di voce, ed un sorriso che accompagna il tutto, lo fa sembrare sicuro di quello che sta per domandare, ed interessato alla risposta che riceverà.

Leggi anche l’articolo “Ansia d’approccio: come superarla“.

TROVA L’ANIMA GEMELLA ORA!