Hai presente Miranda Priestly in “Il diavolo veste Prada”? Ecco, lei è una donna alfa. Una donna sicura di sé, che non si sente inferiore a nessuno e che sa di poter raggiungere tutti gli obiettivi che si prestabilisce. Nella vita sono tante le donne e le ragazze che si definiscono “donne alpha”, ma è davvero così? Questa tipologia di donna presenta delle caratteristiche ben precise, che hanno un certo effetto solo su alcuni uomini.

Insomma, avere di fianco una partner che è sempre pronta a dimostrare “chi porta i pantaloni” nella coppia non è una cosa semplice da gestire. Tuttavia, non bisogna fare l’errore di pensare che le donne alfa siano delle creature insensibili, pesanti da avere vicino o poco disposte a scendere a compromessi. Le peculiarità che le caratterizzano sono positive, ammesso e non concesso che si riescano a comprendere.

Chi è la donna alfa?

Entriamo subito nel vivo della questione andando alla scoperta di chi è la donna alfa. Innanzitutto si tratta di un personaggio estremamente sicuro di sé, che affronta gli ostacoli a testa alta perché consapevole di poterli superare. Le avversità fanno parte della vita, e per questo pensa che sia stupido lasciarsi abbattere con facilità. Anzi, sono proprio i problemi e le difficoltà a darle l’occasione di tirare fuori i suoi punti di forza, quelli che nel corso del tempo le danno la sicurezza di poter contare su se stessa.

L’indipendenza infatti, che sia economica, sentimentale o lavorativa, è un punto fisso per la donna alfa. Lei non ha bisogno di niente e nessuno, perché è una forza della natura, pronta a travolgere chiunque si metta sul suo cammino. In altre parole, le donne alpha sanno di cosa sono capaci, perché non c’è nessuno che le conosca meglio di quanto si conoscono loro stesse. Il fatto stesso che vengano definite donne alpha ci permette di capire che, se appartenessero al regno animale, sarebbero senz’altro alla guida del branco.

Questo ci porta direttamente ad un’altra caratteristica che le contraddistingue: le donne alfa tengono in palmo di mano la loro concezione di femminilità. Sono fiere di essere donne e non accettano in nessun modo di sentirsi inferiori al sesso opposto. Ciò non significa che si sentano superiori agli uomini, ma pretendono che la parità dei sessi venga rispettata in tutte le sfere della relazione e della vita. Insomma, stiamo parlando di una donna che non si lascia abbattere con facilità, che è pronta ad accogliere le sfide della vita e che sa quanto vale.

L’uomo ideale della donna alfa

Come dicevamo all’inizio, per poter stare al fianco di una donna alpha bisogna saper apprezzare le qualità viste poco fa. In altre parole, è la partner ideale per un uomo in grado di comprenderla, e che soprattutto sia felice del suo modo di essere. La ricerca del partner della donna alfa non è un uomo da “sottomettere”, come spesso si tende a pensare. Anzi, è proprio l’opposto. Queste donne sono alla ricerca di uomini che incarnino le loro stesse qualità, per poter tenere viva la relazione. Una donna di questo genere non potrebbe mai stare al fianco di un uomo sempre accondiscendente, calmo, sereno e con una flemma di vivere troppo bassa.

Tuttavia, chi decide di intraprendere una relazione con una donna alfa dovrà armarsi anche di amorevolezza, pazienza e comprensione. Questo perché, nella vita di tutti i giorni, è molto difficile che la donna alfa riceva attenzioni di questo tipo, e per quanto sia inquadrata e decisa, anche lei ne ha bisogno. Inoltre, l’uomo ideale della donna alfa deve essere sicuro di sé e avere il piacere di lasciare il suo ruolo di “maschio dominante”, affinché entrambi possano dirigere insieme la relazione.

Chi è legato alla tradizione, ai parametri o agli stereotipi, farebbe bene a lasciar perdere. Tuttavia, bisogna essere onesti nel dire che le discussioni o le incomprensioni con una donna alfa potrebbero diventare estenuanti. Lei parte dal presupposto di avere ragione, e in questo è raramente disposta a cercare compromessi. Insomma, si tratta di una donna singolare, che di primo acchito potrebbe sembrare difficile da avere vicino, ma quando entri nel cuore di una donna alfa, hai conquistato la Luna.

Come conquistare una donna alfa

L’uomo che decide di avvicinarsi ad una donna alpha deve sapersi destreggiare tra gli intrigati angoli del suo carattere. In altre parole, non si può andare alla cieca sperando che la palla entri per sbaglio nel canestro. Come prima cosa, bisogna tenere a mente che le donne così, per quanto adorino avere il controllo, desiderano avere al proprio fianco un uomo altrettanto deciso e concreto.

I dubbi, le titubanze e le indecisioni non fanno per lei, anche solo quando si tratta di dover scegliere dove andare a mangiare. In un’occasione così bisogna farsi trovare pronti o, per lo meno, esprimere una propria preferenza. Un’altra caratteristica che attira la donna alfa è la creatività e l’originalità, due peculiarità che non le appartengono affatto, e che è solita ricercare. Che si tratti di un regalo, di una sorpresa o di un appuntamento, cerca di differenziarti dalla massa, cercando di fare qualcosa di cui non si dimenticherà.

Anche la sfera intima con una donna alfa è interessante e stimolante, come lo è tutto il resto. Questa è un’altra parte della sua vita in cui adora concedere il ruolo dominante all’uomo, che deve saperla travolgere e far sentire viva. Una donna alfa non si tira indietro di fronte a niente, neanche sotto le lenzuola. In conclusione, la donna alpha è molto di più di quello di cui si sente dire tutti i giorni, bisogna solo avere la grinta giusta per camminarle affianco, senza lasciarsi intimidire.

TROVA L’ANIMA GEMELLA ORA!

A proposito di questo argomento potresti trovare interessanti altri nostri articoli:

Approccio audace o remissivo, quale funziona meglio?

7 segnali per capire se le/gli piaci

Cosa piace alle donne?