Quando due persone stanno avendo una conversazione, non si parlano solo verbalmente, bensì anche con il proprio corpo. Questo è un atteggiamento comune ed innato, che non si costruisce in nessun modo e che tutti noi abbiamo sviluppato sin dalla nascita. I gesti, gli occhi, il movimento del corpo stesso, completano le parole che escono dalla bocca, dando loro più importanza ed un senso più approfondito. Effettivamente, se ci pensi, trovarsi di fronte ad una persona che emette parole senza trasmettere emozioni con il proprio corpo, sarebbe come parlare con un robot. In particolare, ci sono alcuni linguaggi del corpo che hanno più significato di altri, quelli sotto descritti.

Lo sguardo

Il primo aspetto del linguaggio del corpo di cui è doveroso parlare sono sicuramente gli occhi. La relazione tra occhi e attività mentale venne portata alla luce già nel 1890, per essere poi successivamente approfondita. L’importanza dello sguardo quindi, non è qualcosa di nuovo, bensì ha radici profonde. Ti sarà capitato di notare che quando una persona sta pensando a qualcosa, in maniera del tutto naturale tende a muovere gli occhi in diverse direzioni. Ebbene, quando siamo di fronte ad una persona, abbiamo la possibilità di leggere i suoi pensieri ed il suo stato d’animo attraverso il movimento dei suoi occhi. Come potrai immaginare, quando una persona continua a muovere velocemente gli occhi senza rimanere fissa su di te mentre state parlando, è sintomo del fatto che sia piuttosto agitata e a disagio. Questo non significa che sia causa tua o della conversazione che state avendo, per cui cerca di metterla tranquilla senza rendere evidente il fatto che tu abbia capito il suo stato d’animo. Un’altra caratteristica che si tende spesso a sottovalutare degli occhi, è la dilatazione delle pupille. Comunemente veniva avvicinata all’idea che una persona stesse mentendo, ma la realtà è un’altra. Quando una persona dilata le pupille, un movimento del tutto incontrollabile, significa che sta provando reale interesse, attrazione e, più in là, amore. Quando invece, l’interlocutore tende ad tenere lo sguardo verso il basso, con l’aggiunta delle braccia che si sfregano spesso, significa che è molto timida. In questi casi, sta a te capire il suo stato d’animo e cercare il modo migliore per metterla a suo agio. Un buon consiglio è quello di evitare di avere atteggiamenti troppo contrastanti dai suoi, che potrebbero rimarcare questo suo difetto. Infine, quando ci si guarda dritto negli occhi senza mai togliere lo sguardo, questo è sinonimo di interesse puro, sia nei tuoi confronti, sia per la conversazione che state avendo. Dall’altra parte però, questo non deve sbordare nel sembrare una persona ossessiva o, peggio, ossessionata dall’interlocutore, che proverà del disagio. In sostanza, come dicevamo all’inizio, poiché questi movimenti sono del tutto incontrollabili, quello che puoi fare è captare le informazioni che inconsciamente ti sta trasmettendo la tua partner, di modo che tu sappia come comportarti di conseguenza.
Per approfondire l’argomento, leggi anche l’articolo “L’importanza dello sguardo al primo appuntamento“.

Le espressioni del viso

Dopo gli occhi, le espressioni del viso sono il linguaggio del corpo più importante. Osservando le espressioni che compaiono sul volto di chi abbiamo davanti, siamo in grado di capire il suo stato d’animo. Nel viso infatti, sono stati riconosciuti ben 43 muscoli, che accompagnano i pensieri e le parole di una persona. Per esempio, ti sarà capitato di sentirti chiedere se sei arrabbiato, stressato o ammalato dopo che qualcuno ti avesse appena guardato in faccia, senza nemmeno sapere che cosa tu avessi di preciso. Questo perché il viso è in grado di trasmettere tantissime informazioni, anche se noi non lo vogliamo. A differenza di altri linguaggi del corpo, come possono essere i gesti, che cambiano da paese a paese, e di cultura in cultura, la corrispondenza facciale con le proprie emozioni è transculturale ed innata. Attraverso le espressioni che compaiono sul volto di chi hai di fronte, sei in grado di decifrare i suoi pensieri e le sue emozioni, di capire se si sta annoiando o se invece è interessato. Poiché non abbiamo modo di intervenire sulle espressioni del nostro volto, quello che puoi imparare a fare è proprio dare importanza a questo linguaggio del corpo. In particolare, sul viso di una donna ci puoi leggere davvero molte informazioni, sia sul suo stato d’animo, sia su quello che sta pensando di te. In alcuni casi, si tenta di mascherare le proprie emozioni o sensazioni, ma come abbiamo detto per gli occhi, anche il viso non mente mai.

La postura

Anche l’atteggiamento complessivo del corpo è un forte indicatore dello stato d’animo di una persona. Attraverso la postura della persona che hai di fronte, sei in grado di capire se questa è triste, felice, sicura di sé o timida (leggi anche l’articolo “Come aumentare il carisma“). Questo è un aspetto molto importante, sia per le relazioni già avviate, sia quando ti trovi di fronte ad una persona che non hai mai visto prima. In particolare, ci sono tre posture che possono aiutarti a fare chiarezza sulla personalità della tua interlocutrice, ma non dimenticarti che allo stesso tempo lei sarà in grado di decifrare il tuo stato d’animo attraverso la tua postura. In primo luogo, quando stai avendo una conversazione, l’utilizzo delle braccia per accompagnare le parole è molto importante. In particolare, una posizione aperta ed ampia degli arti, è segno di una persona sicura di sé, che non è affatto timida. Al contrario, quando il corpo tende a racchiudersi su se stesso, con le braccia sotto al tavolo, e le mani che si sfregano di continuo, siamo in presenza di una persona insicura e timida, che ha paura di dire qualcosa di sbagliato. Questo però, non deve essere confuso con la tristezza o con la depressione, in quanto questa postura è segnalata tendenzialmente da un’inclinazione evidente della schiena. Quando sei di fronte ad una persona timida, cerca di metterla a suo agio e di non chiederle se sia in imbarazzo: non farai altro che peggiorare la situazione. Un altro segno distintivo della postura è l’inclinazione, ma non quella che abbiamo appena descritto. Quando due persone si piacciono, tendono ad inclinarsi l’una verso l’altra, per dare e ricevere maggior attenzione. Inoltre, quando ci si inclina lateralmente, appoggiando la testa sulla mano, questo è un palese segno di rilassamento ed interessamento nei confronti della conversazione.

TROVA L’ANIMA GEMELLA ORA!