Nel 2015 l’Istat ha stimato che in Italia, su 1000 coppie che si sposano, 339 finiscono per separarsi. Ciò significa che quasi la metà delle persone che si dirigono all’altare giurandosi amore eterno, nel corso degli anni arriva a prendere strade diverse.

Inoltre, rispetto a cinquant’anni fa, il numero di separazioni è nettamente aumentato, così come è aumentato il numero delle famiglie allargate. Questo è un dato incoraggiante, poiché ci permette di capire che la separazione di una coppia non implica la fine della vita amorosa dei due partner.

Per quanto all’inizio sia difficile, trovare l’amore dopo la separazione è possibile, e succede a tanti uomini e a tante donne, che magari hanno avuto figli dal matrimonio precedente. Se non ne sei convinto, leggi questo articolo, ti ricrederai in men che non si dica.

La visione dell’amore dopo la separazione

Come dicevamo, il periodo immediatamente successivo alla separazione non è dei più semplici, specie in riferimento alla sfera sentimentale. Se già è difficile accettare il fallimento di una storia a 20 anni, accettare la fine di un matrimonio è doppiamente complicato. Nel momento in cui decidi di sigillare il tuo amore sposandoti, la tua prospettiva è quella di passare il resto della tua vita insieme al tuo partner.

Quando però i vostri destini prendono strade diverse, ecco che entrambi cominciate a ricredervi di aver preso la scelta giusta. Questo è del tutto lecito, ma non devi confondere la fine del tuo matrimonio con il fallimento preannunciato di qualsiasi relazione tu possa avere. In fin dei conti, le cose non hanno funzionato tra di voi, ma questo non ha nulla a che vedere con l’amore.

Dopo la separazione sarai preso da momenti di sconforto, tristezza, stanchezza e malinconia, e questo è del tutto normale. Tuttavia, questo periodo non durerà per sempre, e quando lo avrai superato, ti tornerà anche la voglia di rimetterti in gioco. Ad ogni modo, la fine di un matrimonio lascia sempre un segno indelebile, che ti porta a guardare le relazioni con occhi diversi. Questa reazione da una parte è lecita, ma dall’altra non deve renderti la vita impossibile, specie se ti senti pronto a far entrare una nuova persona nel tuo cuore e nella tua vita.

L’elaborazione della separazione

Prima di buttarti in un nuovo amore dopo la separazione è necessario che tu faccia passare del tempo per capire quali sono le tue sensazioni ed emozioni, ma non solo. La fine di un matrimonio deve essere compresa ed accettata sotto ogni sua forma, prima che tu possa gettarti tra le braccia di un nuovo partner. Ecco perché parliamo di “elaborazione”, proprio perché si tratta di un processo che non avviene nel corso di qualche giorno, ma che potrebbe richiedere anche mesi.

Tuttavia, dal momento che non vorrai ripetere errori e che avrai sensazioni di sfiducia nei confronti delle relazioni, ti consigliamo di non avere fretta. Inoltre, bisogna anche considerare la qualità della vita matrimoniale trascorsa, perché per quanto appartenga al passato, è in grado di incidere sul tuo presente. Se non riesci ad elaborare le sensazioni di rabbia, rancore o frustrazione, rischi di proiettare questa negatività sia sulla valutazione del tuo nuovo partner sia sulla relazione.

Allo stesso tempo, se arrivi impreparato verso una nuova relazione, dimezzi le possibilità che il rapporto possa diventare qualcosa di serio e di duraturo. Molto spesso infatti, dopo la separazione, si vive di flirt e rapporti “superficiali”, proprio perché non si è ancora pronti a mettersi del tutto in gioco. In questi casi il nostro consiglio è di prendersi del tempo per elaborare la separazione, per poi lanciarsi con entusiasmo e felicità verso un nuovo rapporto.

L’amore dopo la separazione: i rischi più comuni

Prendersi del tempo per accettare la fine del matrimonio abbiamo capito essere un punto essenziale sia per la tua felicità personale sia per poterti rilanciare verso una nuova relazione. Tuttavia, riteniamo importante parlare delle due classiche situazioni che potrebbero venirsi a creare qualora una persona entri a far parte della tua vita.

Nel primo caso è possibile che, a causa della paura di lanciarsi in una nuova storia, tu preferisca mantenere le distanze. Questa è una reazione istintiva di protezione, che pensi ti possa evitare un dolore simile a quello provato per la separazione.

Tuttavia, si tratta di un palliativo che non ti porterà da nessuna parte. Per poter affrontare una relazione in modo felice e spensierato è necessario che, prima di tutto, tu sia felice con te stesso. Non puoi buttarti in una nuova storia a metà, anche perché il tuo partner se ne accorgerebbe ed inizierebbe a pensare che non sei pronto.

Dall’altra parte invece, il dolore provocato dalla separazione potrebbe portarti subito a voler avere una nuova relazione. Questo è un atteggiamento tipico di chi preferisce non guardarsi indietro per paura di soffrire troppo. Tuttavia, l’elaborazione della separazione è l’unica cosa che ti permetterà di iniziare una nuova vita amorosa.

Buttarti a capofitto in una storia è sintomo del fatto che tu non abbia ancora affrontato i cambiamenti provocati dalla separazione e, non meno importante, che tu non voglia rimanere solo. Con questo stato d’animo i tuoi equilibri sono molto precari, e rischieresti di infilarti in dei rapporti di convenienza, dove anche la valutazione del nuovo partner è molto superficiale. In altre parole, rischieresti di andare incontro ad un altro fallimento.

Carpe Diem: vivi l’attimo

La fine di un matrimonio ti pone di fronte ad una scomoda verità: la fragilità delle relazioni. Riuscire a mantenere unite le proprie strade non è semplice, specie quando si devono affrontare momenti duri e spiacevoli. Quando realizzi la fallacità dei rapporti quindi, diventa molto più difficile lasciarti trasportare in modo felice e sereno da nuove sensazioni ed emozioni.

In effetti, in un primo momento non è semplice, perché l’ombra del fallimento del matrimonio precedente ti perseguita. Tuttavia, puoi vincere questa situazione focalizzandoti sul presente, sui momenti che vivi e sulle sensazioni che provi.

Evita di fare progetti a lungo termine sin dall’inizio, perché è un passo che non sei ancora pronto a fare. Piuttosto, concentrati sulla persona che stai frequentando e anche su te stesso, vivi al massimo ogni momento che passate insieme e nutriti delle emozioni che provi. Solo riscrivendo la tua concezione di “amore” sarai pronto ad innamorarti ancora.

TROVA L’ANIMA GEMELLA ORA!

    A proposito di questo argomento potresti trovare interessanti altri nostri articoli:

    Sei single a 50 anni? Ecco cosa fare

    Come riprendersi dopo un brutto colpo?

    Come trovare uomini o donne che vogliono impegnarsi